Ultima modifica: 26 Dicembre 2018

Progetti/attività

.

Anno scolastico 2018/2019

Progetti di plesso Graficamente…stimola la mente
Dall’orto alla tavola
-Grafomotricità
-Gioco Sport: Fantathlon
-Amico vigile
-Nati per leggere
-Continuità
I nostri laboratori -Dire fare…raccontare

PROGETTI

“Graficamente…stimola la mente”

Referente

Le insegnanti di sezione

Docenti /esperti coinvolti

Tutti i docenti del plesso

Sezioni interessate

Le sezioni A-B-C-D,  bambini di  3-4-5 anni

Finalità ed obiettivi

Far acquisire al bambino le abilità necessarie per compiere un gesto grafico sempre più controllato e preciso

Metodologia

Descrizione sintetica del percorso/Articolazione attività

·     Il bambino vive con consapevolezza la propria corporeità

·     Prova piacere nel movimento e sperimenta schemi posturali e motori, li applica nei giochi individuali e di gruppo, anche con l’uso di piccoli attrezzi ed è in grado di adattarli alle situazioni ambientali all’interno della scuola e all’aperto

·     Controlla l’esecuzione del gesto, valuta il rischio, interagisce con gli altri nei giochi di movimento, nella danza, nella comunicazione espressiva.

  • Inventa storie e sa esprimerle attraverso la drammatizzazione, il disegno, la pittura e altre attività manipolative; utilizza materiali e strumenti, tecniche espressive e creative;
  • Ascolta e comprende narrazioni, racconta e inventa storie, chiede spiegazioni

Tempi

Da ottobre a maggio

Verifiche

Osservazione dell’interesse, dell’entusiasmo, della partecipazione durante le attività

Documentazione

Elaborati dei bambini

 torna ad inizio pagina

 ..

“Dall’orto alla tavola”

Referente

Valbusa Lucia

Docenti /esperti coinvolti

Docenti della sezione D

Sezioni interessate

Sezione D e bambini della scuola dell’infanzia

Finalità ed obiettivi

Favorire un positivo rapporto con la natura, rispettare e prendersi cura delle piante, scoprire la provenienza di alcune piante, osservare e rispettare il ciclo di vita naturale, spronare a scoprire odori e sapori diversi, allenare la manualita’.

  • Incrementare la conoscenza
  • Aumentare il bagaglio linguistico e lessico dì nuove parole legate alla natura
  • Favorire il rispetto dell’ambiente
  • Sviluppare la motricita’
  • Realizzare piatti elaborando i prodotti raccolti

Metodologia

Descrizione sintetica del percorso/Articolazione attività

  • Realizzazione di un orto in giardino e creazione e trapianto in vaso
  • Attività di cucina

Il progetto inizia in autunno con la raccolta di alcuni prodotti piantati lo scorso anno e la realizzazione di cibi con gli stessi. Verranno inoltre piantati dei bulbi che ci permetteranno di osservare come la natura, nei mesi invernali, si fermi successivamente si procederà in primavera con la preparazione del terreno per la nuova semina ed alla semina stessa che ci permetterà di raccogliere nuovi prodotti ed assaggiare. Allo stesso tempo potremo realizzare vasi di fiori per abbellire la scuola.

Tempi

Da ottobre a maggio

Verifiche

Osservazione diretta

Documentazione

Raccolta fotografica da mostrare alla fine dell’anno ai genitori che documenterà il percorso svolto·

 torna ad inizio pagina

 

 .

“Grafomotricità”

Referente

Elisabetta Morandi

Docenti /esperti coinvolti

La Dott. Laura Bersanetti e tutti i docenti del plesso

Sezioni interessate

Le sezioni A-B-C-D,  bambini di 3-4-5 anni

Finalità ed obiettivi

  • Rinforzare le competenze psicofisiche legate all’apprendimento attraverso una maggiore consapevolezza del proprio corpo, far acquisire al bambino le abilità necessarie per compiere un gesto grafico sempre più controllato e preciso, mettendo in gioco prima il corpo, la funzionalità della mano, la coordinazione oculo-manuale e la programmazione motoria rispetto a precise regole di forma spaziale ma anche strettamente grafo motorie.
  • Postura ed educazione fisico-muscolare:
  • Motricità fine e ginnastica per le dita:
  • Percezione spazio-temporale
  • Attività grafiche: i tracciati

 Metodologia

Descrizione sintetica del percorso/Articolazione attività

Il metodo a cui si fa riferimento in questa esperienza è il metodo Venturelli che avvale di molti contributi, appartenenti anche ad aree diverse tra loro: dalla psicomotricità alla neurofisiologia del gesto grafico, dalla pedagogia dell’atto grafico alle tecniche di rieducazione della scrittura.

L’attività proposta  verrà integrata e supportata anche dal  programma di Brain Gym® o “ginnastica del cervello” è l’applicazione pratica del più ampio sistema formativo della Kinesiologia Educativa, specificamente pensato per stimolare il processo di apprendimento.

Si tratta di una serie di movimenti, da praticarsi singolarmente o da coordinare in sequenza, che consentono di attivare il processo di integrazione delle aree cerebrali (emisferi destro e sinistro, area corticale-limbica-rettile) per un apprendimento più fluido e globale sia cognitivo che motorio.

Tempi

Da ottobre a maggio

Verifiche

Osservazione sistematica durante il percorso dei comportamenti e delle ricadute sulle attività pratiche, sulla coordinazione visuo spaziale, sugli atteggiamenti posturali, sulla tonicità muscolare  per affinare le capacità di pregrafismo

Documentazione

Diario di bordo

Raccolta degli elaborati dei bambini

 torna ad inizio pagina

 .

“Fantathlon”

Referente: Insegnanti di sezione referenti per gruppi d’età

Docenti /esperti coinvolti: Insegnanti di sezioni – Personale qualificato proveniente dalla facoltà di Scienze motorie

Sezioni interessate: Le sezioni A-B-C-D,  bambini di  3-4-5 anni

Finalità ed obiettivi

·         Ampliare le proposte e le attività per favorire lo sviluppo del bambino
·         Introdurre i bambini a nuove esperienze senso-percettive-motorie
·         Organizzare il pensiero a partire dalla ristrutturazione della propria identità corporea
·         Costruire un rapporto equilibrato tra realtà ed immaginario, tra gioco e realtà
·         Sviluppare la coordinazione globale e dell’equilibrio
·         Migliorare le capacità immaginative
·         Potenziare il senso dì appartenenza
·         Acquisire la fiducia in sé e negli altri
·         Migliorare la conoscenza del corpo
·         Sviluppare le capacità di osservazione
·         Consolidare lo sviluppo delle capacità mnemoniche e rappresentative
·         Perfezionare la comunicazione
·         Incentivare il rispetto delle regole
·         Accrescere gli stati emotivi
·         Incentivare le motivazioni
·         Fortificare gli schemi motori di base

Metodologia

Descrizione sintetica del percorso/Articolazione attività

Questo progetto, unico nel suo genere, offre non la tradizionale ginnastica, ma un’attività motoria coinvolgente e innovativa nella quale il bambino è protagonista in prima persona, nella quale è “libero di esprimersi” attraverso il movimento.

Tempi: Da ottobre a gennaio per i bambini di 4 e 5 anni, da gennaio a maggio per i bambini di 3 anni

Verifiche: Osservazione in itinere dell’attenzione e della partecipazione del singolo e del gruppo.

Verifica dell’apprendimento correlati al programma motorio attraverso attività di osservazione iniziale, periodica e  finale dei bambini

Documentazione: Elaborati dei bambini

 Rapporti con le Istituzioni: Comune di Verbania, promotore del progetto

 torna ad inizio pagina

 .

“Il mio amico vigile”

Referente: Zella Patrizia

Docenti /esperti coinvolti: Docenti: Foradini Emanuela, Morettini Maria Luisa, Zella Patrizia

Polizia municipale di Verbania

Sezioni interessate: Bambini di 5 anni delle sezioni A-B-C

Finalità ed obiettivi

·         Conoscere ed interiorizzare regole
·         Acquisire le conoscenze necessarie per un corretto comportamento stradale
·         Rispettare e aiutare gli altri
·         Lavorare in gruppo
·         Conoscere la propria realtà scolastica e territoriale
·         Parlare, descrivere, raccontare e dialogare  con adulti e coetanei,con fiducia nelle proprie capacità di espressione e comunicazione
·         Localizzare e collocare nello spazio, eseguire percorsi, guidare in maniera verbale e non verbale

Metodologia

Descrizione sintetica del percorso/Articolazione attività

Far conoscere e valorizzare la figura del vigile, incentivare la cultura del rispetto delle norme del codice della strada, consentendo ai bambini di apprendere e ragionare sui comportamenti corretti che tutti, dovrebbero tenere

Tempi: Febbraio/marzo con due interventi di circa 1 ora ciascuno da parte della polizia municipale

Verifica: Osservazione diretta del livello di attenzione e di comprensione e del grado di conoscenza

Documentazione: Elaborati dei bambini

 Rapporti con le Istituzioni: Polizia municipale del Comune di Verbania

 torna ad inizio pagina

 .

“Nati per leggere”

Referente: Ardoino Roberta

Docenti /esperti coinvolti: Docenti: Ardoino Roberta

 Sezioni interessate: Bambini di 4/5 anni delle sezioni A-B-C-D

 Finalità ed obiettivi: Aumentare i tempi di attenzione e sviluppare l’immaginazione del bambino.
·     Invogliare il bambino attraverso l’ascolto di storie a ripetere parole che non conosce, a memorizzarle e farle entrare nel proprio bagaglio linguistico e lessico abituale
·     Indurre il bambino attraverso la lettura di libri in un contesto affettivo positivo a desiderare di ripetere l’esperienza, favorendo così la creazione di un’abitudine che migliora la capacità di ascolto e comprensione
·     Utilizzare la lettura come occasione per una comunicazione più ricca che consente attraverso le medesime caratteristiche di stimolazione che ritroviamo nel gioco una valenza di “accesso morbido” alla lingua e alla scrittura
·     Attraverso la “lettura delle immagini” insegnare al bambino a riconoscere segni e simboli divertendosi per avviarlo alla lettura.

Contenuti: Le letture verranno effettuate frontalmente al gruppo di ascolto in modo che  il narratore possa  eseguire la lettura  posizionando il testo verso i bambini così  che possano , oltre ad ascoltare il racconto, anche “leggerne “ le immagini  partecipando in modo attivo .

Tempi: Dicembre il primo incontro, Marzo gli altri tre incontri, uno a settimana di circa 1 ora ciascuno

Modalità di verifica: Osservazione diretta del livello di attenzione e di comprensione.

 torna ad inizio pagina

.

“Continuità”

Docenti /esperti coinvolti: Docenti: Foradini Emanuele, Morettini Maria Luisa, Zella Patrizia

Sezioni interessate: Bambini di 5 anni delle sezioni A-B -C

Finalità ed obiettivi

·         Un’entrata a scuola serena;
·         la conoscenza approfondita dei nuovi spazi  da vivere;
·         la condivisione di relazioni positive tra coetanei;
·         la conoscenza reciproca con le nuove figure di riferimento attraverso significative esperienze relazionali;
·         la valorizzazione dell’individualità;
·         l’incoraggiamento del bambino a muoversi negli spazi scolastici e a conoscere i materiali didattici a disposizione;
·         la condivisione e il rispetto di nuove regole di vita comunitaria.

Tempi: Settembre /giugno passaggio d’informazioni

A settembre visita, il primo giorno di scuola, da parte delle insegnanti della scuola dell’infanzia alla scuola primaria.

A giugno le insegnanti dell’ultimo anno della scuola primaria si recheranno alla scuola dell’infanzia per permettere ai bambini di conoscerle, interagire e relazionarsi con loro

 

 torna ad inizio pagina

.

LABORATORI

Dire fare…raccontare

Laboratorio realizzato nelle quattro sezioni  e da tutte le insegnanti a rotazione.

Sono coinvolti tutti i bambini e si propone di stimolare le abilità linguistiche su due versanti: Sociale per favorire comportamenti funzionali all’instaurazione e al mantenimento di una situazione comunicativa di reciprocità e cognitivo  per stimolare le abilità che rendono possibile l’acquisizione dei codici comunicativi e la loro utilizzazione nei diversi contesti nei quali la comunicazione ha luogo

 torna ad inizio pagina




Link vai su