Ultima modifica: 14 dicembre 2017
Istituto Comprensivo di Verbania Trobaso > Comunicazioni > Bando relativo al voucher per il diritto allo Studio – Regione Piemonte

Bando relativo al voucher per il diritto allo Studio – Regione Piemonte

Scadenza: 15 gennaio 2018

Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione Professionale

Torino, 13 Dicembre 2017

partire dal 14 Dicembre 2017 e con scadenza al 15 gennaio 2018 sarà aperto il bando relativo al voucher” per il diritto allo studio di cui alla L.r. 28 dicembre 2007 n. 28 “Norme sullIstruzione, il diritto allo studio, la libera scelta educativa.
Tale bando consente alle famiglie degli studenti piemontesi di presentare un’unica domanda per gli aiuti economici alle famiglie per il diritto allo studio relativamente all‘anno scolastico 2017/2018, finanziati con risorse regionali e statali.
Anche per quest’anno è confermato lutilizzo del voucher”, il cui valore è determinato sulla base della situazione ISEE anno 2017, per spese di iscrizione e frequenza (retta scolastica) oppure, in alternativa, per spese relative a libri di testo, trasporto e attivi integrative (inserite nel POF).
Le famiglie, così come sta avvenendo per l’anno scolastico 2016/2017, riceveranno un buono spendibile presso tutti i punti convenzionati, i comuni e le autonomie scolastiche per le spese relative a libri di testo, trasporto, attivi integrative, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali allistruzione. I buoni avranno scadenza al 30 Giugno 2019.

Sul sito della Regione Piemonte trovate le indicazioni relative ai criteri di accesso e alle modali di presentazione delle domande: rimangono confermate quelle on line già sperimentate per i bandi precedenti e in particolare attraverso le credenziali di Sistema Piemonte. Per la compilazione occorrerà scaricare il modulo di domanda, salvarlo su postazione locale, compilarlo elettronicamente, validarlo e trasmetterlo accedendo nuovamente al sistema.

La compilazione del modulo consente inoltre di presentare domanda per due misure finanziate con risorse statali di aiuto economico alle famiglie per il diritto allo studio relative allanno scolastico 2017/2018 purché in possesso dei relativi requisiti di I.S.E.E. anno 2017:

CONTRIBUTO STATALE LIBRI DI TESTO”, ART. 27 LEGGE 448/1998

Si tratta di un contributo per spese relative all’acquisto di libri di testo. E’ rivolto esclusivamente agli studenti frequentanti scuole secondarie di I° e II° gradstatali e paritarie e agenzie formative in obbligo distruzione in possesso di I.S.E.E. anno 2017 fino ad Euro 10.632,94.

E’ necessario conservare i giustificativi delle spese (fatture, scontrini, ricevute fiscali).

BORSE DI STUDIO, ART. 9 D.LGS. 13.4.2017, N. 63

Si tratta di borse di studio a favore degli studenti iscritti alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado statali e paritarie, per l‘acquisto di libri di testo, per la mobilità e il trasporto, nonché per l’accesso a beni e servizi di natura culturale in possesso di I.S.E.E. anno 2017 fino ad Euro 10.000,00.
Limporto, che sarà erogato direttamente agli aventi diritto da parte del M.I.U.R., è pari ad Euro 200,00 e potessere aumentato, tenendo conto delle risorse complessivamente stanziate a favore della Regione Piemonte, in relazione al numero effettivo di aventi diritto al beneficio.
partire dal 14 Dicembre lAmministrazione regionale provvederà ad aggiornare i siti web di interesse al fine di fornire ai cittadini informazioni complete ed esaustive sul servizio offerto.

La Regione ha predisposto un piano di comunicazione, con l’obiettivo di raggiungere tutte le famiglie interessate, avvalendosi dei canali web istituzionali e di comunicazioni digitali attraverso un flyer elettronico, allegato alla presente in formato PDF e JPEG per facilitarne la stampa e la diffusione.

Accanto a questi strumenti sarà attivata una campagna media che prevede il rilancio della comunicazione su testate giornalistiche e TV locali e regionali.

Vi chiedo di aiutarci nel dare la massima diffusione dellinformativa, avvalendoVi di circolari interne, comunicazione mirate su diari degli studenti e registri elettronici, coinvolgimento dei consigli di istituto e delle rappresentanze degli studenti e dei genitori, pubblicazione sul sito dell‘autonomia e su eventuali social network e reti di comunicazione digitali attivi.

Confidando nella Vostra collaborazione per favorire la partecipazione al bando, in quanto opportuni per le famiglie nel sostegno alle spese per il diritto allo studio, colgo loccasione per ringraziare Voi e tutto il personale adibito agli adempimenti comunicativi per il prezioso ruolo svolto.

Cordiali saluti,

                                           L’Assessore all’Istruzione, Formazione professionale